Bibenda 2017

Vineargenti Riserva 2013: 5 GRAPPOLI (TOP!!!)

Refosco Roggio dei Roveri 2013: 4 GRAPPOLI

Prosecco Millesimato brut 2015: 4 GRAPPOLI

Sauvignon Blanc Turranio 2015: 4 GRAPPOLI

Merlot Campo Camino 2013: 3 GRAPPOLI

Pinot Grigio Tudajo 2015: 3 GRAPPOLI

Bosco del Merlo è una delle “quattro pietre angolari della qualità” con cui è costruita Casa Paladin, il gruppo vitivinicolo dell’omonima famiglia veneta. Stiamo parlando di una realtà che mira a dare uno spaccato del territorio di Annone Veneto, caratterizzato dal caranto, un agglomerato di argilla e limo tipico della laguna. L’offerta è perciò molto ampia e spazia dalle bollicine più famose al mondo, quelle del Prosecco, a vini rossi di grande potenza: proprio il Prosecco costituisce la principale produzione dell’azienda, con 500.000 bottiglie, ma attenzione, l’obiettivo qui non è fare grandi numeri offrendo un prodotto banale, bensì ottenere un vino che sia ricco di spalla acida e che possa esprimere l’unicità di un territorio che è divenuto emblema del “bere rifermentato” nel mondo. Passando ai vini fermi, quest’anno troviamo particolarmente in forma il Sauvignon Turranio, un vino che lascia spazio alle fragranze tipiche di questo vitigno molto particolare e di non facile interpretazione; certo non ci si deve aspettare un vino muscolare o un concentrato di profumi di frutta tropicale, ma piuttosto una certa suadenza e leggiadria, un afflato gentile che seduce l’olfatto e che punta a fare da apripista per una immediata bevibilità. Sul fronte dei vini rossi, la 2013 è stata una grande annata per il Vineargenti Riserva, a base di merlot e refosco dal peduncolo rosso, che è invece espressione proprio della muscolarità e della concentrazione fenolica: è un vino polposo, ricco di profumi fruttati, molto complesso e potente, ma assolutamente non gravoso. Queste doti, unite ad una adeguata dose di acidità e di tannini rotondi, valgono il riconoscimento dei Cinque Grappoli.